Ricostruire un dente è come un lavoro di edilizia.

Affrontare la ricostruzione di un dente è come approcciarsi a un lavoro di restauro architettonico; si parte dalle fondamenta, le radici, per poi arrivare alla facciata, la corona del dente. Una volta consolidato l’ancoraggio, bisogna intervenire con minuziosità sulla struttura, limando e plasmando la dentina o il composto che ne prenderà il posto, in modo che il dente curato vada ad armonizzarsi con il resto della dentatura. Insomma, il lavoro del dentista racchiude in se l’anima del restauratore unita alle conoscenze medico scientifiche di un dottore. Perché ogni dente è allo stesso tempo un paziente e una struttura con un’architettura ben precisa che, se danneggiata, va riportata agli antichi splendori.


Lascia un commento