Screen Gratuito della bocca

Uno screen gratuito può cambiare la vita
Lo screen dentale è un esame obbiettivo unito a un esame radiografico e fotografico della bocca.
L’esame obiettivo si effettua con una luce uno specchietto e una sonda paradontale. Il secondo attraverso un macchinario radiografico integrato dall’utilizzo di una macchina fotografica. Da questi strumenti si ricavano una dozzina di status radiologici e fotografici, come da protocollo, che ci permettono di valutare la salute di denti, bocca e gengive.
Noi offriamo questo esame in modo del tutto gratuito al paziente, il quale, sulla base delle evidenze scientifiche sarà libero di decidere se sottoporsi o meno alle eventuali cure che si riterranno opportune o necessarie.
Questa opportunità diagnostica gratuita viene offerta a chiunque si sieda sulla poltrona del nostro riunito in studio. Sarà il paziente, sulla base delle conoscenze acquisite, a decidere se farsi curare. Da noi o da un altro dentista.
Il messaggio che intendiamo veicolare è legato all’importanza della conoscenza, come primo passo verso la salute e la bellezza dei denti. Dalla conoscenza, infatti, deriva la prevenzione e da questa la possibilità di curare in maniera più efficace, perché si interviene su situazioni gestibili e non compromesse. Se poi il paziente decide di intraprendere questo percorso di conoscenza, responsabilità e benessere con noi, e magari cambiare stile di vita, dal punto di vista professionale è un grande successo.

Screen gratuito, questione di protocollo
Il paziente teme il dentista. O meglio, teme di provare dolore una volta seduta sulla poltrona e per di più, teme di dovere spendere un sacco di soldi per…soffrire.
Il primo punto del nostro protocollo è dedicato al rapporto da creare con il paziente. La parola d’ordine è sdrammatizzare la situazione. In questo è maestro il nostro personale di studio, professionisti che sanno mettere a proprio agio i pazienti facendo capire loro l’importanza della conoscenza: il secondo caposaldo. Lo screen gratuito rientra in questa logica che ha come obiettivo unico la salute dei denti, da cui dipende la qualità della vita del paziente.
Conoscere lo stato di salute della bocca, per noi, è una tappa fondamentale del processo di autoconoscenza che è alla base di ogni cambiamento nello stile di vita. Noi non lo imponiamo. Forniamo semplicemente gli elementi per farlo. In questo caso si tratta di dati diagnostici. Noi li analizziamo con la massima competenza e li “traduciamo” al paziente con la massima onestà intellettuale possibile. Diciamo le cose come stanno. Se richiesti, consigliamo i trattamenti terapeutici opportuni. Ma rispettiamo ogni decisione del paziente e le sue motivazioni per una scelta piuttosto che un’altra.
La terza fase del protocollo, infatti, è quella del preventivo. Da qui parlo in prima persona singolare. Nel corso della mia carriera non ne ho mai aumentato uno, mentre mi è capitato, questo sì, di dimenticare di mettere in conto qualche intervento aggiuntivo. Di questo, però, prego di credermi sulla parola.